30a Domenica Tempo Ordinario

Pensierino n° 233

Carissimi, con la festa della Comunità e l’inizio della catechesi per tutte le fasce d’età, riprendiamo il cammino insieme dopo la pausa estiva, arricchiti da tutto ciò che abbiamo vissuto come singoli, come famiglie e come Chiesa.

Colgo due sottolineature come prospettive per il nostro cammino.

Abbiamo ricevuto da poco il dono della presenza di don Fabio come nostro collaboratore, in particolare con l’attenzione ai ragazzi e i giovani della nostra Comunità, ma anche come responsabile della Pastorale giovanile cittadina. Certamente una grande risorsa per il nostro oratorio, ma allo stesso tempo un invito ad aprirci all’attenzione e collaborazione con tutte le realtà ecclesiali, civili ed educative della nostra Città.

Anche la canonizzazione del nostro parroco mons. Scalabrini è un invito a far nostro il suo sogno, il progetto di Dio sul mondo, cioè “la riunione di tutti i popoli in una sola famiglia”. Ecco le sue parole: “mentre il mondo si agita abbagliato dal suo progresso, mentre l’uomo si esalta delle sue conquiste sulla materia e comanda da padrone alla natura sviscerando il suolo, soggiogando la folgore, confondendo le acque degli Oceani, sopprimendo le distanze; mentre i popoli cadono, risorgono, e si rinnovellano; mentre le razze si mescolano, si estendono e si confondono; attraverso il rumore delle nostre macchine, al di sopra di questo lavorìo febbrile, di tutte queste opere gigantesche e non senza di loro, si va maturando quaggiù un’opera ben più vasta, ben più nobile, ben più sublime: l’unione in Dio per Gesù Cristo di tutti gli uomini di buon volere”.

La nostra Comunità Pastorale oggi è proprio segno evidente di questa ricchezza di popoli e culture che si incontrano, pur con le inevitabili fatiche, nella ricerca di una nuova fraternità.

Che siano queste le due prospettive per il nostro cammino di quest’anno: attenzione particolare ai ragazzi e giovani, in una dimensione di collaborazione cittadina e impegno nell’accogliere ogni persona con le sue ricchezze culturali.

Buon cammino per questo anno e buona domenica!

don Gianluigi