24a Domenica Tempo Ordinario

Pensierino n° 227

Carissimi,
iniziamo una settimana intensa e bella con l’accoglienza di don Fabio, il ringraziamento per il dono del sacerdozio con il 25° di don Christian e con al centro il ricordo grato di don Roberto nel secondo anniversario della sua uccisione e la festa della Madonna Addolorata, tanto venerata nella nostra Comunità Pastorale, alla quale tutti ci affidiamo con grande confidenza. Atteggiamenti quelli dell’accoglienza, della memoria, del ringraziamento e dell’affidamento che sono caratteristiche fondamentali per ciascuno di noi e per ogni comunità cristiana.
All’inizio di questo nuovo anno pastorale vogliamo ricordare anche il nostro par­roco Beato Scalabrini, che presto diventerà santo, che ha custodito il ricordo della nostra Comunità per tutta la sua vita, non solo con l’affetto e la preghiera per le persone che qui aveva incontrato e amato, ma anche portando con se a Piacenza una immagine della statua della nostra Madonna Addolorata.
Scrive il suo secondo successore a S. Bartolomeo, Mons. Piccinelli: “Mons. Scalabrini ebbe una pietà tenerissima, filiale, verso la cara Madre Addolorata, il cui simulacro, antichissimo, veneratissimo, riceve un culto speciale nella Chiesa Parrocchiale di S. Bartolomeo; devozione che lo Scalabrini conservò fino all’ultimo dei suoi giorni, come ne fa fede il bel quadro in miniatura rappresentante la pie­tosa Effige dello nostra Addolorata, da lui tenuto nello sua camera da letto(lettera di Piccinelli a F. Gregori, senza data)
Guardando anche noi alla Madonna Addolorata, chiediamo al nostro parroco e prossimo santo di aiutarci ad essere sempre più comunità accogliente, ricca di memoria, certa dell’amore di Dio e capace di ringraziare sempre per i suoi innumerevoli doni.
Buona settimana!

don Gianluigi