6a Domenica Tempo Ordinario

Pensierino n° 205

Carissimi, anche quest’anno abbiamo vissuto insieme la Giornata Mondiale del Malato, in coincidenza con la memoria dell’apparizione di Maria Santissima a Lourdes. Tante persone sono passate nella nostra chiesa e in particolare nella cripta sotto il presbiterio dove custodiamo la riproduzione della grotta di Lourdes. Tante altre si sono radunate nel pomeriggio per la celebrazione della S. Messa vissuta in unità di preghiera con tutti i malati della nostra Comunità Pastorale. Una occasione che ci richiama l’importanza per tutti noi di avere attenzione e cura per chi soffre per le più varie malattie.

Papa Francesco, nel suo messaggio per questa giornata, ci ricorda che: visitare gli infermi è un invito rivolto da Cristo a tutti i suoi discepoli. Quanti malati e quante persone anziane vivono a casa e aspettano una visita! Il ministero della consolazione è compito di ogni battezzato, memore della parola di Gesù: «Ero malato e mi avete visitato» (Mt 25,36)”.

Nella consapevolezza che tutti dobbiamo fare la nostra parte per essere vicini a chi soffre, voglio però esprimere il mio ringraziamento e quello di tutta la comunità a coloro che anche a nome nostro visitano con più costanza e frequenza i malati: don Antonio, le suore e i ministri straordinari dell’Eucaristia. La loro presenza nelle case di chi soffre è per tutti noi un invito forte all’ impegno di solidarietà e concreta vicinanza verso chiunque vive malattie o solitudine. Vogliamo sostenerli con la nostra preghiera e la nostra riconoscenza, ricordando anche il nostro appuntamento mensile della preghiera del S. Rosario proprio per i malati, la prima domenica di ogni mese.

Un grazie anche a tutti i volontari, in particolare a quelli della San Vincenzo delle nostre due parrocchie, per il servizio svolto in questa giornata del malato.

Buona settimana

don Gianluigi