S. Natale

Pensierino n° 242

Carissimi, oggi più che mai risuona il canto degli angeli: “Gloria a Dio nell’alto dei cieli e pace in terra agli uomini amati dal Signore”. Parole che ci hanno guidato in questo tempo di Avvento e che esprimono con forza come la gloria di Dio in Gesù è venuta sulla terra e si è manifestata come Pace. Quel Bambino che ancora oggi accogliamo è la Pace. San Paolo nella lettera agli Efesini dice: “Cristo è la nostra pace… Egli è venuto ad annunciare pace a voi che eravate lontani, e pace a coloro che erano vicini” (Ef 2,14). Quanto abbiamo bisogno di accogliere ancora oggi questo dono, questa persona: Dio stesso che è la nostra pace.

Auguro a tutti, anche a nome dei sacerdoti della nostra Comunità Pastorale, di poter accogliere e sperimentare in questo Natale la Pace che viene da Gesù, che è lui stesso, per poterla diffondere attorno a noi e nel mondo intero.

Il nostro santo Giovanni Battista Scalabrini ci invita a scoprire il motivo della venuta di Gesù nel Natale: farci vivere la sua stessa vita, la vita di Dio. Ecco le sue parole: “Gesù viene sulla terra per farci vivere la sua vita, per renderci una cosa sola con lui. Io sono venuto, dice egli stesso, affinchè abbiano la vita e l’abbiano in abbondanza. Ora questa vita che Gesù viene a comunicarci unendosi all’anima nostra, è la sua stessa vita… Per essa l’uomo si eleva fino alla partecipazione della natura divina ed in essa eleva tutto il creato” (Omelia di Natale, 1894).

BUON NATALE A TUTTI! 

Che la vita e “la pace di Cristo regni nei vostri cuori” (Colossesi 3,15)

AUGURI!

don Gianluigi