33a Domenica Tempo Ordinario

Pensierino n° 236

Carissimi, viviamo oggi la 6a Giornata Mondiale dei Poveri voluta da papa Francesco con questa motivazione: “Al termine del Giubileo della Misericordia (2017) ho voluto offrire alla Chiesa la Giornata Mondiale dei Poveri, perché in tutto il mondo le comunità cristiane diventino sempre più e meglio segno concreto della carità di Cristo per gli ultimi e i più bisognosi”.

Come Comunità Pastorale abbiamo una lunga tradizione di carità e attenzione ai poveri che si concretizza in tutto quello che la Caritas, i gruppi della San Vincenzo, l’ambulatorio Santa Luisa, l’accoglienza a San Rocco e tante altre realtà comunitarie o personali ancora oggi evidenziano.

Anche la raccolta viveri per le famiglie bisognose della nostra Comunità, che abbiamo ripreso con cadenza regolare, esprime questa attenzione, volta a creare legami sempre più profondi con tutti. Mi ha colpito, nel bel e articolato messaggio del Papa per la giornata di quest’anno, questa sua sottolineatura: La solidarietà, in effetti, è proprio questo: condividere il poco che abbiamo con quanti non hanno nulla, perché nessuno soffra. Più cresce il senso della comunità e della comunione come stile di vita e maggiormente si sviluppa la solidarietà”. La solidarietà diventa così il segno concreto di una comunità che cresce nella comunione e nella fraternità al suo interno e verso tutti. L’esperienza di don Roberto, capace di coinvolgere tutti nell’aiuto verso i più deboli, è per noi un esempio molto chiaro di questa solidarietà che crea comunità.

Grazie a tutti per la generosità continuamente dimostrata anche in questo periodo non facile.

Buona domenica!

Don Gianluigi