28a Domenica Tempo Ordinario

Pensierino n° 231

Carissimi, è con grandissima gioia che viviamo in questa domenica la canonizzazione di Mons. Giovanni Battista Scalabrini, nostro parroco, vescovo di Piacenza e Padre dei migranti. Attraverso di lui riconosciamo che la santità ci ha toccato e coinvolto in quella bellissima avventura della nostra vita da battezzati.

Le sue parole, ma soprattutto la sua testimonianza, sono un invito a riconoscere i germi di santità presenti nella nostra vita e nelle persone che ci passano accanto. Ecco cosa diceva il nuovo santo in una omelia del 1898:

«La vita cristiana è tutta qui: osservare fedelmente la legge di Dio e compiere esattamente i doveri del proprio stato. Vi è un gran numero di persone che sono arrivate alla santità col seguire solo questa via. Non tutti i santi hanno fatto azioni strepitose […]. Non sono i miracoli e i doni straordinari che fanno i Santi, e i più gran Santi, ma sì bene la virtù. Non importa dunque per toccare la cima della santità essere profeta, taumaturgo o contemplativo; basta essere umile, casto, mansueto, obbediente, pio, attento a fuggire i pericoli del mondo, nemico di tutto ciò che è male, zelatore di tutto ciò che è bene, pieno di carità verso il prossimo e tutto amore per Iddio» (Omelia di Ognissanti, 1898).

Come successore di Scalabrini in questa Comunità Pastorale, sento tutta la responsabilità nell’accogliere il dono della sua santità, ma anche il desiderio di un nuovo slancio per tentare, con la grazia di Dio, di percorrere il cammino che è stato pensato per me e per questa comunità. Insieme, nel reciproco aiuto, potremo scoprire come “La santità è la vera sapienza, che bisogna invocare, desiderare, ricercare come la ricchezza, scavare come un tesoro []. Nessuno mai raggiungerà la vetta della santità, se non l’avrà assiduamente e intensamente bramata” (2° discorso del 2° Sinodo, Synodus Dioecesana Placentina Secunda…, Piacenza 1893)

Buona domenica, e buon desiderio di crescere insieme nella santità

San Giovanni Battista Scalabrini, prega per noi, per la nostra comunità e il mondo intero

don Gianluigi