Domenica delle Palme

Pensierino n° 213

Carissimi, iniziamo con questa Domenica delle Palme la Settimana Santa. Rivivremo l’ultima tappa della vita terrena di Gesù, centro della nostra esperienza di fede. Nelle varie celebrazioni, ma anche nella confessione personale, potremo ancora una volta sperimentare l’amore di Dio per noi, che Gesù ci rivela con il dono di sé stesso.

L’evangelista Giovanni introduce così questi giorni nel suo vangelo: “Avendo amato i suoi che erano nel mondo, li amò fino alla fine” (Gv 13,11): è la dimensione del dono totale del Figlio di Dio che “svuotò sé stesso facendosi obbediente fino alla morte e alla morte di croce” e che Dio “esaltò dandogli il nome che è al di sopra di ogni altro nome” (Fil 2,8-9). È il mistero dell’amore di Cristo per noi che arriva fino a dare la vita per la nostra salvezza.

Suggerisco a tutti di vivere intensamente questa settimana nella preghiera personale, nella rilettura meditata della passione di Gesù che la liturgia quest’anno ci fa leggere dal vangelo di Luca, che abbiamo approfondito anche nel quaresimale, ma soprattutto nella partecipazione alle varie celebrazioni, in particolare la Veglia Pasquale di sabato alle 21:00. Ricordo anche la processione cittadina del Venerdì Santo con il SS. Crocifisso, tanto caro a tutti noi, che riprenderà dopo la sospensione di questi due anni per la pandemia. Saremo coinvolti direttamente anche come Comunità Pastorale, visto che quest’anno la processione passerà davanti alla chiesa di San Bartolomeo in ricordo del miracolo avvenuto proprio sul ponte del Cosia nel 1529.

Una settimana speciale, quella che vivremo, per contemplare e sperimentare l’amore di Dio manifestato in Gesù, ma anche per lasciarci coinvolgere da questo amore, fino al punto di manifestare la vita nuova che ci è donata nell’accoglienza reciproca e nell’amore concreto ai fratelli.

BUONA SETTIMANA SANTA!

Don Gianluigi