II Domenica di Pasqua o della Divina Misericordia

Pensierino n° 170

Carissimi, vi comunico subito la mia gioia e il mio ringraziamento per come abbiamo vissuto il Triduo pasquale e il giorno di Pasqua. Non solo una buona partecipazione, ma soprattutto una forte esperienza di comunità riunita per celebrate il centro dell’esperienza della fede: l’amore di Dio che ci è rivelato in Gesù morto e risorto per noi. Non nascondo la mia commozione, soprattutto nella Veglia Pasquale così ricca di significati, che pur in un orario non abituale ci ha permesso di ritrovarci come Comunità Cristiana desiderosa di accogliere i doni di Dio anche in questo tempo così difficile. Grazie veramente a tutti e, facendo tesoro di ciò che abbiamo vissuto, continuiamo insieme il nostro cammino di comunità.

Vorrei oggi affidare alla vostra preghiera il nostro seminarista Mauro, che domenica prossima 18 aprile dirà il suo primo “SÌ” ufficiale verso il sacerdozio con il rito della domanda di Ammissione agli ordini sacri. Riporto una breve spiegazione del senso di questo rito perché possiamo cogliere meglio il suo significato “Con il rito dell’Ammissione, i giovani che aspirano a diventare preti, dopo un attento e impegnativo cammino di discernimento, manifestano pubblicamente la loro volontà di offrirsi a Dio e alla Chiesa per esercitare l’Ordine sacro attraverso la predicazione del vangelo e la celebrazione dei santi sacramenti. La Chiesa da parte sua, ricevendo questa offerta, li sceglie e li chiama, affinché, ammessi tra i candidati agli Ordini Sacri, si preparino bene con una intensa vita di preghiera, con uno studio attento, e vivendo in comunità per diventare poi guide delle nostre comunità cristiane”.

Purtroppo non potremo partecipare in molti a questo rito, per le restrizioni della pandemia. Siamo però vicini a Mauro e a Carlo (suo compagno di studi), in questo primo passo. Li accompagneremo con la nostra preghiera (una occasione potrebbe essere anche il rosario vocazionale di sabato17 aprile alle 7:30 a San Giorgio che dovremo animare come Comunità pastorale) e con la condivisione del loro cammino.

Buona Domenica della Divina Misericordia.


don Gianluigi

Facebook
YouTube