27a ordinario

Pensierino n° 140

Carissimi, giovedì ci siamo incontrati come Consiglio Pastorale della nostra Comunità per capire come vivere insieme questo momento particolare e speciale, dopo l’uccisione di don Roberto e la partenza di don Carlo. Pur nella commozione e nella fatica di questo momento, abbiamo riconosciuto nella testimonianza evangelica di don Roberto, fino al sacrificio cruento della vita, un chiaro invito di Dio per ciascuno di noi a fare la nostra parte per realizzare ciò che Dio stesso sta pensando per questa nostra Comunità. Ovviamente non ci sono prospettive concrete già chiare, ma alla base di tutto ci deve essere una certezza, confermata dalla testimonianza di don Roberto: Dio attraverso il suo Spirito sta operando cose grandi nella nostra Comunità. A noi il compito di cogliere ciò che già si sta realizzando.

Nello stesso tempo è stata sottolineata l’importanza non solo di trovare nuovi collaboratori per le molteplici attività della Comunità e per tentare di proseguire l’opera di don Roberto, ma prima di tutto di crescere come comunità in una maggiore comunione tra noi. Un rischio che possiamo correre è quello di pensare a suddividerci meglio i vari compiti necessari in una comunità, per poter continuare come prima. Pensiamo invece, come Consiglio Pastorale, che ciò che abbiamo vissuto sia un forte invito e richiamo a cambiare prospettiva: non puntare sul FARE, ma sulla capacità di vivere RELAZIONI NUOVE, nella verità e libertà, tra noi e con tutti.

Queste prospettive possono sembrare teoriche, ma senza un tentativo di farle nostre nella concretezza della vita quotidiana, correremo il rischio di preoccuparci delle attività e non invece di instaurare relazioni veramente nuove tra noi.

Molti mi stanno chiedendo in questi giorni: ma come potremo continuare a fare tutto con forze diminuite? Non si tratta di fare tutto, ma ciò che Dio ci chiede e con lo stile che appartiene alla comunità cristiana per mandato di Gesù: “Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli, se avrete amore gli uni per gli altri” (Gv 13,35). Non quindi se farete tutto, ma se sarete capaci di relazioni d’amore così come don Roberto ci ha manifestato, sarete riconosciuti come discepoli di Gesù.

Buona settimana

don Gianluigi


AVVISI

CONFERMAZIONE E PRIMA COMUNIONE
Rispettando le norme di distanziamento per la pandemia, e per permettere la partecipazione delle famiglie e della Comunità, abbiamo pensato di vivere la Confermazione e la prima Comunione dei nostri ragazzi in queste date e orari:

Sabato 10 ottobre          ore 18:00
Domenica 11 ottobre    ore 12:00
Sabato 17 ottobre          ore 18:00
Sabato 18 ottobre          ore 12:00

Quindi da domenica 11 ottobre riprenderà regolarmente anche la S. Messa delle 12 a San Bartolomeo.

 CONFESSIONE GENITORI E PADRINI/MADRINE

  • Venerdì 9 ottobre ore 9:30 – 10:30; 18:30 – 19:00
  • Sabato 10 ottobre ore 9:30 – 10:30
  • Venerdì 16 ottobre ore 9:30 – 10:30; 18:30 – 19:00
  • Sabato 17 ottobre ore 9:30 – 10:30

GIOVEDÌ 22 OTTOBRE INCONTRO CON I SACERDOTI NOVELLI (don Gianluca Salini e don Luca Giudici)   

– 17:00      incontro con cresimati
– 18:30      incontro con adolescenti e giovani
– 20:30      S. Messa concelebrata a San Bartolomeo

Facebook
YouTube