Corpus Domini

Pensierino n° 124

Carissimi, in questo tempo di lenta e faticosa ripresa dopo la dolorosa esperienza della pandemia, che stiamo ancora tentando di sconfiggere, vorrei raggiungervi con una domanda e due aggiornamenti.

– La domanda è quella che in questo periodo spesso mi sono posto e che ha bisogno dell’apporto di tutti per trovare una risposta adeguata. La domanda è: cosa ci sta comunicando questa fortissima e inaspettata esperienza del coronavirus che ha coinvolto tutti noi e il mondo intero? Tanti tentano di dare delle risposte, penso però che ciascuno stia maturandone anche una, particolare, nel proprio cuore. Sarebbe proprio importante poter condividere ciò che stiamo elaborando per crescere come comunità anche in questa situazione.

Gli aggiornamenti sono molto semplici:

– Il primo riguarda la possibilità di aggiungere altre celebrazioni o momenti comunitari nelle nostre due parrocchie. Dopo circa un mese dalla ripresa delle S. Messe con il popolo e una grande disponibilità di volontari per poterle vivere “in sicurezza”, abbiamo bisogno di altre persone che si prestino per questi servizi concreti prima di poter programmare altre esperienze. Metterci a disposizione come volontari significa offrire la possibilità ad altre persone di vivere momenti significativi e importanti per la nostra comunità.

– Il secondo aggiornamento riguarda invece le attività estive in oratorio. Non nascondo la grandissima difficoltà nel cercare di organizzarle, sia per la complessità delle leggi e delle conseguenti responsabilità che come sacerdoti dobbiamo assumerci, sia per la mancanza di persone maggiorenni che si rendono disponibili per questo servizio, certamente molto impegnativo e appunto di grande responsabilità. Con don Carlo abbiamo pensato di fissare un incontro per fare il punto della situazione e quindi per decidere se e come procedere. Mercoledì 17 giugno alle ore 21:00 invitiamo in oratorio chi si rende disponibile per questa attività. È necessario però un contatto telefonico previo per poter preparare adeguatamente la sala o eventualmente attivare un collegamento internet, per facilitare la presenza.

Purtroppo devo comunicare che, alla luce dei decreti della Presidenza del Consiglio e del confronto che stiamo attuando con la Pastorale Giovanile Diocesana e l’associazione NOI, non sarà possibile aprire il nostro oratorio per attività “informali”, cioè per ritrovo libero al bar, in palestra o nei campi. Al momento sono permesse solo riunioni con gruppi autorizzati e ben identificati in alcune sale, ma con l’obbligo della sanificazione prima e dopo ogni utilizzo, la misurazione della temperatura corporea e la vigilanza all’ingresso dell’Oratorio stesso.

Continueremo a tenervi aggiornati sugli sviluppi delle prossime settimane. Attendiamo fiduciosi anche la risposta di molti come volontari per le varie necessità che ho esposto.

Grazie e buona settimana!

Don Gianluigi

Facebook
YouTube