20 marzo: comunicato dal sito web diocesano

Il permanere della grave situazione di emergenza sanitaria, per la diffusione del Coronavirus Covid-19, continua a richiedere l’assunzione e lo strettissimo rispetto di norme di comportamento precauzionali per contenere la diffusione del contagio. Con grande dispiacere i sacerdoti celebrano, quotidianamente, l’Eucaristia senza la partecipazione dei fedeli. Tutti, però, sono chiamati ad alimentare la propria fede con la preghiera personale e in famiglia.

Il Vescovo Oscar desidera far sentire la propria vicinanza alla Chiesa di cui è pastore. In queste domeniche di Quaresima, grazie alla collaborazione con EspansioneTV e il canale YouTube de “Il Settimanale della diocesi di Como”, monsignor Cantoni ha la possibilità di raggiungere migliaia di persone, per confortarle in questo tempo così complesso e per non far mancare il conforto della Santa Messa domenicale. Vivere la liturgia eucaristica attraverso i media, in un momento storico nel quale è impossibile fare diversamente, permette alla comunità di radunarsi, anche se virtualmente, e di condividere il senso dell’assemblea, pur in una situazione di difficoltà. Aiutati dalla preghiera, e mantenendo un clima di preparazione e raccoglimento, fare la comunione spirituale, poiché non è possibile la comunione eucaristica, è una possibilità importante.

Domenica 22 marzo, alle ore 10.00, il Vescovo Oscar presiederà la Santa Messa nella Basilica Cattedrale, a porte chiuse. Sarà possibile seguire la diretta della Santa Messa su EspansioneTv (canale 19 del digitale terrestre, canali social e sito www.espansionetv.it) e sul canale YouTube de “Il Settimanale della diocesi di Como”.

Il Vescovo, dunque, ritorna in Cattedrale, chiesa madre della diocesi, dopo essersi fatto pellegrino in due chiese molto significative, come il Santuario del SS. Crocifisso e la Basilica del patrono Sant’Abbondio. Domenica, al termine della Messa, prima della benedizione finale, il Vescovo rivolgerà la preghiera di supplica alla Vergine Maria. Affiderà a lei questo tempo di difficoltà, invocando la sua protezione, chiedendo vicinanza ai sofferenti e alle persone a loro care, chiederà sostegno per tutti coloro che a livello sanitario e istituzionale sono impegnati nella gestione di questa pandemia, pregherà per il conforto di tutte le famiglie, dei giovani, dei piccoli, dei lavoratori.