Presentazione del Signore

Pensierino n. 104

Carissimi, attraverso una risposta di papa Francesco ad una intervista sull’essere missionari oggi, ho trovato la sintesi di quello che ho vissuto la settimana scorsa negli esercizi spirituali.

Al Papa è stato chiesto: “Cosa diventa una Chiesa che non annuncia il Vangelo, che non è Chiesa in uscita?” e questa è la sua risposta: “Diventa una associazione spirituale. Una multinazionale per lanciare iniziative e messaggi di contenuto etico-religioso. Niente di male, ma non è la Chiesa. Questo è un rischio di qualsiasi organizzazione statica nella Chiesa. Non dai più testimonianza di ciò che opera Cristo, ma parli a nome di una certa idea di Cristo. Un’idea posseduta e addomesticata da te. Organizzi tu le cose, diventi il piccolo imprenditore della vita ecclesiale, dove tutto avviene secondo un programma stabilito, e cioè solo da seguire secondo le istruzioni. Ma non riaccende mai l’incontro con Cristo. Non riaccende più l’incontro che ti aveva toccato il cuore”.

RIACCENDERE L’INCONTRO CON CRISTO è questo ciò che veramente conta. Gli esercizi spirituali sono stati l’occasione per questo incontro con Gesù che ha riacceso la voglia di riconoscere ciò che lui sta operando in mezzo a noi, nella nostra Comunità Pastorale. E le sorprese sono sempre tante se siamo capaci di uscire dai nostri schemi per incontrare le persone, le situazioni, anche le stesse difficoltà con lo sguardo di Gesù e nella consapevolezza che lui sta realizzando il suo progetto d’amore in mezzo a noi. È lui che è all’opera anche nella nostra città e noi siamo chiamati a seguire la via che ha già tracciato.

La mia preghiera agli esercizi e il mio augurio oggi è che insieme siamo capaci di riaccendere, come singoli e come comunità, questo incontro con Cristo lasciandoci sorprendere da lui al di là di quello che noi abbiamo progettato o da quello che ci aspetteremmo come risultato del nostro impegno.

Buon cammino!

Don Gianluigi

Facebook
YouTube