23a Ordinario

Pensierino n. 82

Carissimi, voglio oggi riprendere il discorso del nostro Vescovo Oscar alla Città di Como nella festa patronale di S. Abbondio. Già il titolo mi sembra particolarmente significativo ed emblematico: “CONTEMPLATIVI NELLA CITTÀ”. Partendo da un “compleanno” (i 200 anni di presenza del Monastero della Visitazione nella nostra città) il Vescovo ci invita ad avere uno sguardo “purificato” per saper riconoscere la visita di Dio nella vita quotidiana e cogliere la sua presenza in ogni persona, in particolare nelle più bisognose.

Riporto due brani di questo discorso, lasciano a ciascuno la possibilità di approfondire il pensiero del Vescovo leggendolo integralmente.

“Ecco giustificato il tema del mio intervento: “Contemplativi nella Città”. Non che dobbiamo tutti farci monaci, ma acquistare occhi nuovi, e quindi un cuore nuovo, per imparare a riconoscere la visita di Dio dentro la nostra Città, accogliendo i suoi abitanti, nessuno escluso, anche i più poveri, con lo stesso sguardo d’amore e di benevolenza con cui Dio li vede”.

“Le parrocchie cittadine sono in prima linea interessate per contribuire a dare alla nostra Città un volto sempre più umano e fraterno, promuovendo processi di apertura e di solidarietà per una vicinanza amica e solidale verso tutti, compresi quanti si sentono esclusi”.

Già solo questi due passaggi ci indicano con chiarezza il cammino che il Vescovo chiede anche per le nostre parrocchie. Avremo modo di riprendere il discorso, anche con qualche visita al Monastero della Visitazione.

Buona settimana

don Gianluigi