Prima di Quaresima

Pensierino n. 64

Carissimi, all’inizio del cammino quaresimale propongo alla vostra riflessione parte del messaggio del nostro vescovo Oscar per questo tempo speciale che ci prepara alla Pasqua.

Scrive il Vescovo:

Frutto della Quaresima è l’essere liberati dal peccato per divenire più simili a Cristo, dono della Misericordia, e vivere con gioia la piena libertà dei figli di Dio, segno del nostro quotidiano impegno di conversione. Esso è attuato mediante il digiuno, la preghiera, l’elemosina, strumenti che rigenerano non solo noi stessi e quanti condividono il cammino della vita, ma sviluppano anche un influsso benefico nei confronti dell’intera creazione.

Il digiuno serve per evitare la tentazione di “divorare tutto”, pur di saziare la nostra ingordigia.

La preghiera ci libera dalla autosufficienza del nostro io e ci fa sentire bisognosi della misericordia del Signore.

L’elemosina ci aiuta a uscire dalla logica dell’accumulare solo per noi stessi.

In questo modo, saremo aiutati a sradicare la logica del peccato che è in noi, fino a costruire non solo un rapporto armonioso con gli altri, ma anche con l’ambiente in cui viviamo, non più rapportandoci nei suoi confronti come se fossimo padroni assoluti, ma usandolo per il fine voluto dal Creatore. Vivere da figli, dunque, fa del bene anche al creato, cooperando alla sua redenzione.

Buon cammino di conversione con i mezzi che la Chiesa ci indica (digiuno, preghiera ed elemosina) per riscoprirci figli di Dio e custodi del creato.

don Gianluigi