Corpus Domini

Pensierino n° 32

Carissimi, mercoledì prossimo vivremo un momento molto significativo e importante per il cammino della nostra Diocesi in vista del Sinodo voluto dal  vescovo Oscar. Al cinema Astra, alle ore 21, verrà presentato lo strumento di consultazione del Sinodo in vista del coinvolgimento delle parrocchie, dei gruppi e di ogni persona che voglia esprimere le sue riflessioni sulle tematiche che verranno proposte. Sarà presente all’incontro alche l’arcivescovo di Milano, mons. Mario Delpini, che, come Metropolita di Lombardia, avvierà questa fase importante di consultazione che durerà fino a febbraio 2019.

Come sappiamo il vescovo Oscar il 31 agosto 2017 ha indetto l’XI Sinodo diocesano che avrà come tema di fondo:

“TESTIMONI E ANNUNCIATORI DELLA MISERICORDIA DI DIO”.

Dice il Vescovo nella lettera di indizione: “Vogliamo sottolineare innanzitutto che la Misericordia è “l’architrave che sorregge la vita della Chiesa”, la via più comune per testimoniare oggi Dio, e renderlo presente nella vita, spesso frammentata, degli uomini del nostro tempo, attraverso le nostre scelte personali e comunitarie. è giunto il momento di tradurre operativamente in atto la Misericordia di Dio, “immensa, incondizionata e gratuita” (AL 297), e di manifestarla utilizzando anche “la fragilità come punto di partenza e la crisi come opportunità” (AL 294). Vorrei, continua il Vescovo, “che fosse tutto il Popolo di Dio non solo a prendere coscienza della “via di Misericordia” come piattaforma comune, ma anche a indicare operativamente le necessarie vie di riforma, proprio per permettere di incarnare oggi la Misericordia di Dio Trinità dentro scelte comuni e condivise della nostra Chiesa di Como. Questo impegno di riflessione, ricerca, confronto con la Parola di Dio (accolta, meditata e pregata), unito a uno schietto scambio fraterno, può sfociare ora in una ricca e significativa esperienza di fede e di comunione, che si identifica in un Sinodo diocesano”.

Avremo modo di tornare ad approfondire queste prospettive nei prossimi mesi. Al momento chiedo a tutti di affidare noi e la nostra Diocesi a Maria Madre della Misericordia, venerata in particolare nel santuario di Gallivaggio (santuario che in questi giorni ha vissuto momenti di trepidazione e di grazia) perché il cammino del Sinodo porti frutti abbondanti per la nostra Chiesa.

don Gianluigi

 

 

Facebook
YouTube