1a domenica Avvento

Pensierino n° 5

All’inizio della S. Messa di questa prima domenica di Avvento abbiamo ascoltato la seguente introduzione che affido alla vostra riflessione:
Cari fratelli e sorelle, oggi inizia il nuovo Anno Liturgico con la prima domenica di Avvento, tempo di Attesa, Conversione e Speranza.
Attesa come memoria della prima, umile, venuta del Signore che salva nella nostra carne mortale; Attesa come supplica dell’ultima, gloriosa venuta di Cristo, Signore della Storia e Giudice universale.
Tempo di conversione, alla quale spesso la liturgia ci inviterà con la voce dei profeti e di Giovanni Battista in particolare.
Cammino di speranza gioiosa che la salvezza, già operata da Cristo, e le realtà di Grazia, già presenti nel mondo, giungano alla loro maturazione e pienezza, per cui la pro-messa si tramuterà in possesso, la fede in visione e noi sa-remo simili a Lui e lo vedremo così come Egli è.
Mi è parsa una sintesi degli atteggiamenti che dobbiamo vivere in questo tempo di Avvento.
Vorrei aggiungere una proposta concreta per prepararci al Natale: RISCOPRIRE IL SILENZIO come luogo dell’incontro con Dio. Perché non pensare per le prossime settimane di trovare ogni giorno un momento di silenzio, una occasione di preghiera in famiglia (come del resto è proposto anche dall’itinerario diocesano pensato per i nostri ragazzi), oppure valorizzare la partecipazione anche alla S. Messa feriale. Il silenzio e la preghiera ci aiuteranno ad accogliere Gesù nel Natale, ma anche a riconoscerlo dove lui oggi si rende presente: nella sua Parola, nell’Eucaristia, nella comunità, in ogni prossimo, soprattutto nel povero e bisognoso.
Buon Avvento

don Gianluigi

Facebook
YouTube