Domenica XXV Tempo Ordinario

Pensierino n° 428

Carissimi parrocchiani, eccoci arrivati al 24 settembre dopo una caldissima estate! non solo per il clima ma anche perché è stata piena di emozioni forti e contrastanti: dolore e gioia, preoccupazione e speranza, rabbia e pace. E poi, dopo l’incredulità e lo stupore, quando si iniziava a entrare nell’ottica di idee, ecco l’altra sorpresa con la partenza di don Giorgio. E’ proprio vero che quando il Signore si impegna riesce a scombussolare la vita di tante persone con due piccole mosse. E non dimentichiamo anche don Gianluigi, che è contento di venire da noi ma dall’altra parte sente il distacco dalle comunità che ha guidato in questi anni, così pure don Rodolfo. Nel Varesotto, invece, è un settembre caldo.

Cosa dire in questo “ultimo” pensierino?
I ringraziamenti li ho scritti sulla Voce dei Borghi allora adesso vi scrivo gli auguri. Se non ricordo male dal latino “auguri” vuol dire aumentare/crescere.
Vi auguro di voler sempre bene al Signore, di ascoltare la sua Parola e di non aver paura di quello che vi può chiedere. Vi auguro di “sentire” il Risorto.
Vi auguro di voler bene alla Chiesa, santa e peccatrice, e di affezionarvi sempre di più alla parrocchia perché è il luogo privilegiato per incontrare il Signore.
Vi auguro l’amore fraterno, testimonianza viva dell’amore trinitario, di costruire con il dialogo, di camminare insieme dandosi la mano, sempre pronti a superare le divisioni.
Vi auguro di essere felici e contenti, di quella gioia profonda che riempie la vita e che è segno della presenza dello Spirito Santo.
Infine, permettetemi di esprimere due desideri, naturalmente senza obbligo e senza vincolare nessuno. Il primo: ricordatevi il pellegrinaggio al Santuario della Santissima Trinità Misericordia di Maccio. Il secondo: pregate per me, che sono un povero peccatore, chiamato a un altro servizio che mi “fa tremare le gambe”.

Don Christian

Facebook
YouTube