Santissima Trinità

Pensierino n° 422

Ricordo e attesa. Sono queste due delle dimensioni essenziali della nostra vita che, come una sinfonia, progredisce fra il “battere” del passato e il “levare” del futuro, nei quali immediatamente si trasforma il fuggevole istante del presente.
Il presente, l’eterno presente, infatti, è il tempo di Dio, di quel Dio che oggi, festa della Trinità, lodiamo in tutta la sua pienezza, di quel Dio che con il suo presente entra a dar vita al nostro passato e al nostro futuro, al nostro ricordo e alla nostra attesa.
Se riposano nell’eterno oggi di Dio, tutte le nostre esperienze rimangono presenti: il passato non si trasforma in oblio e la speranza del futuro non si costruisce su se stessa, infrangendosi al primo vento avverso.
È all’interno di questa riflessione, forse un po’contorta, che si animano i miei sentimenti nel salutare la nostra comunità dopo due anni trascorsi insieme. Non faccio bilanci né considerazioni, perché cadrei nel ridicolo: non sono né il parroco, né il vicario che se ne va; sono semplicemente uno che all’interno del proprio cammino di fede, che si sta concretizzando in una fra le molteplici vocazioni possibili, ha avuto la grazia di incontrare il cammino di fede di una comunità bella ( che non vuol dire perfetta e priva di fragilità …) e con essa condividere il desiderio di seguire il Signore oggi, con tutti i limiti, ma anche tutti i doni, connessi al nostro essere uomini, e da essa, con i suoi sacerdoti (un grazie particolare a don Christian e don Michele), spera di aver potuto intuire alcuni elementi necessari per essere prete domani. E di questo rende grazie.
Che cosa vi auguro? Di nutrire il ricordo e l’attesa nel presente del Signore in modo da far respirare l’aria buona della comunità bella anche al seminarista che sarà in mezzo a voi da domani e – perché no? – a tanti nostri giovani, affinché anche dalla bella S. Bartolomeo possano fiorire molti “sì” al Signore, nella varietà di tutte le vocazioni.
Grazie. Di vero cuore. Vi voglio bene.

Gianluca, seminarista

*offerte ristrutturazione dell’oratorio: euro 250 – 20 – 5 – 10 – 30      –  Prima domenica di giugno: euro 736
* Offerte “parco giochi bimbi”: euro 140 – 250 – 50           –  Festa Oratorio € 819,50