Domenica V Quaresima

Pensierino n° 412

Cari parrocchiani della comunità Beato Scalabrini, oggi un pensierino un po’ così… giudicherete voi…
Come tutti sappiamo, sabato scorso, Papa Francesco è stato in visita a Milano. Tanti nostri parrocchiani sono tornati entusiasti da questo incontro e molti di più hanno seguito l’intera giornata alla televisione. Poi, in questi giorni, abbiamo avuto la fortuna di leggere tantissime testimonianze, ad esempio, io ho appena finito di leggere una bellissima lettera inviata ad Avvenire (del 30/4/2017) da un carcerato di san Vittore che ha chiesto al Papa se gli capita di piangere. Francesco ha risposto: «Piango… piangere mi consente di raccogliermi con me stesso e unirmi con Dio», e quel carcerato dopo quella giornata speciale, per la prima volta dopo 117 giorni di custodia, dopo aver pianto, ha dormito per sei ore di fila.
Cambiando bruscamente discorso, devo ammettere che la mia attenzione è stata colpita anche da un piccolo particolare: Papa Francesco, in mattinata, ha usato un bagno chimico rosso “per fare i suoi bisogni”. La sorpresa è stata tanta e subito ho pensato al bagno chimico rosso che abbiamo messo in oratorio a san Rocco. Come sapete dai verbali del Consiglio Pastorale, nelle ultime riunioni abbiamo discusso abbondantemente della situazione problematica che si è creata negli ultimi mesi. Mentre tanti parlano, il consiglio ha deciso di intervenire, senza la pretesa di risolvere tutti i problemi delle migrazioni mondiali, per dare dignità a queste persone con un bagno chimico. E la cosa sta funzionando molto bene. Anche questa è un’opera di misericordia corporale, molto corporale!
Chissà come saranno contenti i migranti sapendo che noi comaschi non facciamo differenze: un bagno chimico rosso c’è per tutti! per i migranti e per il Papa. Basta mettersi in fila.

don Christian

Offerte per la ristrutturazione dell’oratorio: € 20, 5, 10, 65

Facebook
YouTube