Domenica delle Palme

Pensierino n° 413

Cari parrocchiani della comunità Beato Scalabrini, quando una persona è buona? Quando un genitore è buono? Quando un prete è buono? La risposta molto semplice è: quando dice sempre di sì!
L’altro giorno ho raccolto lo sfogo di un mio amico prete. Ascoltate il suo racconto: “Ai funerali i familiari vogliono fare quello che vogliono: canti, lettere, oggetti strani. Ai matrimoni i fidanzati vogliono fare quello che vogliono: magari senza fare il corso, magari nella chiesa sul lago, magari senza tirarla troppo lunga. Alla Cresima e alla Prima Comunione i genitori vogliono fare quello che vogliono: con il padrino che hanno già scelto e non importa nemmeno se i bambini hanno frequentato almeno un po’ il catechismo e la Messa. Ai battesimi ancora i genitori vogliono fare quello che vogliono: battesimo privato per pochi intimi, nel giorno scelto da loro per non intralciare i piani dei nonni che devono andare in vacanza.
All’improvviso tutti sono diventati esperti di sacramenti, tutti sanno tutto della fede, tutti in nome dell’accoglienza pretendono di fare quello che vogliono. Tutti tranne uno… il povero prete! Se cerca di parlare, se cerca di ragionare, se cerca di spiegare, viene additato come quello all’antica che non si adegua con i tempi e che fa scappare i parrocchiani!!!”.
A questo mio amico ho detto: “Stringiamo i denti e andiamo avanti! senza dimenticarci che le persone che ci hanno aiutato veramente a crescere sono quelle che ci hanno detto dei no!”. E poi ho aggiunto: “Preghiamo per tutte queste persone con le parole di Gesù Padre perdonali perché non sanno quello che fanno!” Infine: “Caro amico prete, se hanno sputato in faccia a Gesù, sputeranno in faccia anche a noi. Ma noi siamo di Gesù! Sempre!”
Buona settimana santa

Don Christian

* offerte per la ristrutturazione dell’oratorio € 972 (prima domenica del mese), 10, 5, 20.
* la san Vincenzo ringrazia tutti per la generosità. Domenica scorsa sono stati raccolti € 1447.

Facebook
YouTube