Domenica III Quaresima

Pensierino n° 410

Cari parrocchiani della comunità Beato Scalabrini, ecco una paginetta tratta da un libro per bambini:
“Cosa ti va per colazione?” chiedeva mia madre. E l’amico Fleur esclamava: “Jacques vuole una frittella a forma di Sinfonia n° 40 in Sol minore di Mozart!”
E sapete qual è la cosa più incredibile? Che io volevo quello. Per davvero.
La verità è che questo è quello che vogliono tutti: qualcuno che ci conosca in questo modo, che ci capisca. Non parlo di gusti o di taglio di capelli, ma di qualcuno che veda quel che siamo in realtà. Vogliamo tutti trovare la persona che sa chi siamo, realmente, con tutte le nostre stramberie, e che ci accetta così. Vi è mai successo che qualcuno riuscisse davvero a vedervi? Che sapesse cogliere sul serio la parte più profonda di voi, invisibile al resto del mondo? Spero di sì. A me è successo. Io ho sempre avuto Fleur.”
Oggi nella messa ascolteremo il vangelo della Samaritana e incontriamo Gesù che sa vedere la parte più profonda di quella donna, la accoglie, la ama e la salva. Spero che anche ognuno di noi possa dire “Anche a me è successo” di essere visto da Gesù, così come è capitato alla Samaritana. Dice Dio a Geremia: “Prima di formarti nel grembo materno, ti conoscevo, prima che tu uscissi alla luce, ti avevo consacrato”. E’ bello sentirsi visti, conosciuti e amati, per davvero.
Oggi è anche la festa di san Giuseppe quindi auguriamo a tutti i mariti di riuscire a vedere la parte invisibile delle proprie mogli e di vedere la parte più segreta dei propri figli. Così come sa fare Fleur e Gesù. Dice Samuele a Iesse, padre del Re Davide: “l’uomo guarda l’apparenza, il Signore guarda il cuore”.
Auguri a tutti gli uomini.

Don Christian

* offerte per la ristrutturazione dell’oratorio: 5 – 20 – 10 – 20

Facebook
YouTube