Domenica XXXII Ordinario

Pensierino n° 388

Cari parrocchiani della comunità pastorale Beato Scalabrini, ieri abbiamo celebrato il funerale ad Alessandro, un uomo di 36 anni, Ghanese, residente in “Santarella”, ospite pomeridiano della chiesa di san Bartolomeo, un po’ per scaldarsi, un po’ per dormire. Di lui sappiamo poco: aveva un figlio, un fratello e una sorella, parlava poco l’italiano, fondamentalmente era buono. L’abbiamo conosciuto un sabato sera quando si era sdraiato sulle panche perché ubriaco e non voleva uscire dalla chiesa. In questi anni c’è chi gli ha regalato il giaccone, chi gli faceva la spesa, chi gli comprava le scarpe, chi gli ha procurato la tenda e anche chi gli ha dato qualche soldino. Lui diceva a tutti che il suo lavoro era curare i ladri di candele. E’ stato ricoverato in Valduce per un mese ma il suo fegato e il suo pancreas oramai erano persi. Gli abbiamo regalato il funerale perché era un povero e fondamentalmente era diventato anche uno di noi.
Questo piccolo gesto mi sembra molto bello e merita qualche considerazione. Innanzitutto, siamo nell’ottava dei morti e tutti hanno diritto a una preghiera e forse soprattutto le persone che non hanno nessuno. Il mio pensiero si allarga a tutte le vittime nel mare Mediterraneo mentre cercano di arrivare in Europa. Dobbiamo pregare per i defunti dimenticati da tutti.
Poi, siamo al termine del Giubileo e una delle opere di Misericordia caldeggiate dal Papa è seppellire i morti. E’ importante dare da mangiare agli affamati, da bere agli assetati, vestire gli ignudi… perché sono persone vive che hanno bisogno di un aiuto e di speranza. Ma è altrettanto importante rispettare e curare i morti, nella semplicità. Morte e vita sono sempre unite, se perdiamo il ricordo dei morti forse ci dimenticheremo anche dei vivi.
Concludendo, ringrazio ancora una volta la parrocchia perché ha colto il significato di questo gesto, si è posta delle domande e ha partecipato con generosità.

don Christian

offerte per la ristrutturazione dell’oratorio: euro 100 – 250 – 1500 – 100 – 5 – 20 – 10 – 200.

Facebook
YouTube