Solennità di Tutti i Santi

Pensierino n° 387

Cari parrocchiani della comunità pastorale Beato Scalabrini, oggi è la solennità dei Santi e domani la commemorazione dei fedeli defunti. In questi giorni alcune persone mi hanno chiesto spiegazioni a riguardo della nuova istruzione “Ad resurgendum cum Christum“, in cui si parla, tra l’altro, della cremazione, che è permessa ai cristianise non è fatta per motivi contrari alla fede, ma le ceneri devono essere custodite in un luogo santo, cioè il cimitero. Questo ha suscitato molta sorpresa per cui butto lì qualche idea sparsa.
Innanzitutto, come è bello andare a pregare sulle tombe di qualche santo! Tutti facciamo pellegrinaggi e torniamo più volte nello stesso posto dove ci sono i resti mortali di un santo. E’ vero, possiamo pregare i santi in ogni chiesa del mondo ma abbiamo anche bisogno di un posto ben concreto. Forse perchè ogni uomo su questa terra occupa un posto e noi abbiamo bisogno di un posto dove incontrarli. Questo vale per i santi, ma non è la stessa cosa anche per tutti i defunti?
Poi. Ognuno di noi, all’origine, è stato protetto e custodito per nove mesi nel grembo di sua madre. Nella vita, una delle esperienze più belle è essere abbracciati perchè ci ricorda quella sensazione avvolgente di protezione. Ogni cosa ha il suo senso e essere seppelliti vuol dire continuare a stare dentro un grembo che ci avvolge e ci protegge, un grembo dal quale poi usciremo per la vita eterna. Non è bello nascere, vivere, morire e poi riposare avvolti da un grande abbraccio?
Infine. Ogni uomo vive in relazione con gli altri. Attraverso il nostro corpo noi ci incontriamo, ci vediamo, ci salutiamo, ci ascoltiamo, ecc. Viviamo tutta la vita in relazione con gli altri e non possiamo essere “sequestrati” in casa dopo la morte. Se un amico vuole portarci un fiore deve poterlo fare, se un vicino vuole accendere una candela deve poterlo fare, ma questo è possibile solo al cimitero che diventa un luogo di incontro e di relazione. I nostri cari defunti sono di tutti, non solo dei parenti! O di alcuni parenti!
Mi sembra che la Chiesa con questo documento ci ricordi – semplicemente – alcuni valori molto semplici, non vi sembra?

don Christian

Facebook
YouTube